Bari Partecipa

Indietro

Rigenerazioni Creative

  • RIGENERAZIONI-CREATIVE-BARI-04 RIGENERAZIONI-CREATIVE-BARI-04
  • RIGENERAZIONI-CREATIVE-BARI-03 RIGENERAZIONI-CREATIVE-BARI-03
  • RIGENERAZIONI-CREATIVE-BARI-02 RIGENERAZIONI-CREATIVE-BARI-02
  • RIGENERAZIONI-CREATIVE-BARI-01 RIGENERAZIONI-CREATIVE-BARI-01

Descrizione

Rigenerazioni Creative (qui il bando) è un progetto di attivazione di spazi pubblici e partecipazione che si pone in linea con i percorsi di rigenerazione urbana attivi già sul territorio comunale, e rientra tra le iniziative finanziate attraverso il fondo PON Città Metropolitane 2014/20 (Asse 4, Azione I.3.1 – ProgettoPOC_BA_I.3.1.e – CUP 92I19000010001)

Lo scopo di Rigenerazioni Creative è di stimolare il coinvolgimento dei cittadini in percorsi di rigenerazione di aree pubbliche urbane, attraverso dinamiche di varia natura, in linea con i principi di inclusività e partecipazione, da realizzarsi con il coinvolgimento di associazioni, comitati e cittadini per la gestione delle suddette aree urbane.

Alcune delle aree oggetto di Rigenerazioni Creative sono attualmente in stato di abbandono, e presentano un elevatissimo potenziale per essere trasformate in spazi di relazione dal forte impatto sociale.

Altre aree, invece, sono state già oggetto di iniziative promosse da realtà locali in passato e verranno ulteriormente potenziate da Rigenerazioni Creative.

Gli interventi si realizzeranno sotto forma di laboratori partecipativi prevedendo il coinvolgimento attivo della cittadinanza.

Oltre alla rigenerazione fisica degli spazi, Rigenerazioni Creative ha come finalità la creazione di un’identità collettiva dei luoghi oggetti d’intervento ed il rafforzamento dei legami di comunità intorno ad essi.

Risulta, inoltre, particolarmente importante menzionare l’importanza di rigenerare ed attrezzare aree pubbliche nell’attuale epoca segnata dalla pandemia da Covid-19, che rende quanto mai necessaria la presenza di spazi pubblici aperti e sicuri a disposizione delle comunità locali per lo svolgimento di attività di vario tipo.


LINEE GUIDA E MODALITÀ DI INTERVENTO

Le proposte progettuali che il progetto promuove integrano caratteri di innovazione sociale e rigenerazione urbana, assumendo come linee guida tre elementi:

  • Spazio pubblico inteso come spazio di relazione, luogo di incontro e di scambio, luogo condiviso del vivere urbano, universalmente accessibile e fruibile 
  • Reti, intese come capacità dei progetti di coinvolgere attivamente le comunità attive sul territorio, creando network collaborativi con residenti, associazioni e comitati spontanei
  • Creatività come leva di rigenerazione dello spazio attraverso l’attivazione di nuove funzioni, di produzione e di destinazioni

In particolare, Rigenerazioni Creative prevede due linee di intervento:

Linea A, che riguarda la rifunzionalizzazione di aree pubbliche attualmente in stato di abbandono, da recuperare attraverso la misura e da affidare attraverso un accordo di collaborazione ai sensi del “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani” DCC 20/2015. Per ciascuna di queste aree il progetto prevede un importo massimo di 31.000,00 € per ogni intervento.

– Linea B, per il rafforzamento di iniziative già avviate di rifunzionalizzazione, riqualificazione e cura di aree pubbliche già nella disponibilità di soggetti proponenti. L’importo massimo erogabile per ciascun intervento in queste aree è pari a 16.000,00 €

Il progetto è finanziato con i fondi POC Metro per un importo complessivo di 435.000,00 €.


TIPOLOGIE D’INTERVENTO

Gli interventi di Rigenerazioni Creative prevedono attività di vario tipo, tra cui:

  • Creazione di aree verdi attrezzate ed attività di relativa manutenzione
  • Creazione di aree verdi produttive come orti urbani
  • Creazione di elementi di arredo urbano, anche in autocostruzione, che favoriscano l’uso degli spazi per attività sociali e culturali (sedute, aree sceniche, elementi di ombreggiatura, elementi ludici, elementi per attività sportive all’aperto, forni di comunità, ecc.)
  • Interventi artistici anche su manufatti esistenti
  • Attività di cura e gestione partecipata degli spazi
  • Attività di animazione territoriale che garantiscano l’inclusione sociale (workshops, laboratori, attività di formazione, incontri, ecc.)


AREE DI INTERVENTO

Nel 2019 il comune di Bari ha individuate 10 aree come destinatarie degli interventi della Linea A previsti dal bando dislocate sull’intero territorio comunale, ovvero:

  1. Sant’Anna, via Mimmo Conenna (area adiacente playground) (Municipio 1);
  2. Ex Caserma Rossani – Parco Gargasole e ampliamento (Municipio 2);
  3. Carrassi, via Cancello Rotto (area a standard interclusa) (Municipio 2);
  4. Poggiofranco, via Giuseppe Bartolo – strada vicinale Santa Candida (Municipio 2);
  5. San Paolo, via Giuseppe de Ribera – via Corrado Giaquinto (Municipio 3);
  6. San Girolamo, via Nicola Costa (Municipio 3);
  7. Santa Rita, via Luigi Quaranta – strada Donadonisi (Municipio 4);
  8. Loseto, via Giacomobelli (Municipio 4);
  9. Palese, via Nicola Minervino (Municipio 5);
  10. San Pio, via Lozupone (Municipio 5).


LE PROPOSTE PROGETTUALI

Le proposte progettuali pervenute dalle distinte associazioni hanno interessato alcune di queste aree. In particolare le aree oggetto d’intervento, i progetti approvati ed i relativi soggetti proponenti sono:

Linea A

  1. Sant’Anna, via Mimmo Conenna; Cooperativa Sociale Nuovi Sentieri, Centro Diurno EPASS – Progetto: “Agorà Sant’Anna”
  2. Ex Caserma Rossani – Ampliamento Parco Gargasole (Municipio 2); Associazione capofila: ATS Masseria dei Monelli – Progetto: “Trentar non nuoce”
  3. Carrassi, via Cancello Rotto (Municipio 2); Associazione capofila: Terre del Mediterraneo – Progetto: “Il bosco di Cancello Rotto”
  4. Poggiofranco, via Giuseppe Bartolo – strada vicinale Santa Candida (Municipio 2); Associazione: Pugliaccessibile – Progetto: “FuoriContestò”
  5. San Paolo, via Giuseppe de Ribera – via Corrado Giaquinto (Municipio 3); Associazione Capofila: Tracce Verdi -Progetto: “Verde Incontro”
  6. San Girolamo, via Nicola Costa (Municipio 3); Associazione Archistart – Progetto: “Quattro Per Quattro” + Organizzazione di Volontariato La Pietra Scartata – Progetto: “Parco museo, rimboschimento e percorso ginnico”
  7. Santa Rita, via Luigi Quaranta – strada Donadonisi (Municipio 4); Cooperativa Sociale Operamica – Progetto: “Giardino della biodiversitá per ri…trovare le radici”
  8. Palese, via Nicola Minervino (Municipio 5); Associazione capofila: Trame – Progetto: “(D)a tutti un poco” + Comitato di Quartiere Palese 167 – Progetto: “Oasi delle stagioni”

A cui si aggiungono le proposte pervenute per le Aree B, ovvero:

  1. Officina degli Esordi, via Crispi (Municipio 1); Associazione capofila: Spine – Progetto: “Murart”
  2. Giardino della Scuola Marconi via del Faro (Municipio 3); Associazione capofila: APS Genitori Marconi – Progetto: “Ciak!: in arte giardino”
  3. Orto Domingo, via Lucarelli (Municipio 2); Associazione capofila: APS Orto Domingo Comunità Empatica e Sostenibile – Progetto: “Orto Brigante”
  4. Parco Campagneros, via Lorenzo d’Agostino (Municipio 4);Associazione capofila: EffettoTerra – Progetto: “Parco Campagneros”
  5. Spazio 13, via Colonnello De Cristoforis (Municipio 1); Associazione Spazio 13 – Progetto: “Piazza Spazio 13”


Discussione
Senza commenti · 18/02/2021

Dai un contributo alla discussione

Footer org