Bari Partecipa

Indietro

MUSICA 2 Bari

Descrizione

L'evoluzione del progetto M.U.S.I.C.A. intende realizzare soluzioni per potenziare la raccolta, la gestione e l’analisi di dati da rendere disponibili a cittadini e a decisori per l’ottimizzazione dei processi di erogazione di servizi di front-end per la smart city.

M.U.S.I.C.A 2 rientra nei progetti finanziati nell'ambito PON Città Metropolitane 2014/20 (Asse 1, Azione 1.1.1. – Progetto BA 1.1.1.b “M.U.S.I.C.A. SISTEMA DI MONITORAGGIO URBANO” - CUP J91D20000000007)


IL PROGETTO IN SINTESI

Il progetto intende realizzare una soluzione per potenziare la raccolta, la gestione e l’analisi di dati da rendere disponibili ai cittadini e ai decisori per l’ottimizzazione dei processi di erogazione di servizi di front-end per la smart city.

Il progetto si pone come obiettivo primario quello di evolvere l’attuale piattaforma MUSICA utilizzata dall’Amministrazione per assicurare l’integrazione di banche dati e l’interoperabilità tra i sistemi informativi per la gestione intelligente dei big data generati dal Comune.

Partendo dal patrimonio informativo gestito dalla piattaforma MUSICA, l’obiettivo è di creare soluzioni di front end per incrementare il numero e la qualità di servizi erogabili online nelle aree tematiche della Smart City. 

L’idea progettuale è supportata dalla necessità di evolvere l’attuale piattaforma software MUSICA attraverso l’integrazione di nuove fonti dati in nuovi domini applicativi e rafforzare le capacità di elaborazione automatica delle informazioni finalizzandole non solo a fini prettamente gestionali e di erogazione dei servizi di front–end, ma anche per incrementare la conoscenza dei fenomeni della Smart City e la capacità di decisione, attraverso meccanismi di business intelligence.

La piattaforma dovrà inoltre essere evoluta in modo da supportare nuovi flussi di dati e nuovi meccanismi di cooperazione applicativa e di integrazioni tecnologiche, al fine di definire metodologie, standard, interfacce (API) nonché best practices di modellazione che potranno essere condivise per favorire il riuso/estensione della piattaforma su area metropolitana.


DESCRIZIONE INTERVENTI MUSICA 2

Partendo dall’evoluzione della piattaforma MUSICA, il progetto si pone l’obiettivo, mediante strumenti di Big data Analytics, di sviluppare servizi finalizzati alla raccolta, storicizzazione, pubblicazione ed analisi del patrimonio informativo del Comune di Bari, dati rinvenienti da sistemi informativi/servizi interni o sensoristica IoT sul territorio urbano, e di banche dati esterne (fonia, trasporto pubblico locale, consumi energetici, ecc.).

Tali informazioni andranno a definire il c.d. data lake della Smart City su cui realizzare le procedure per l’elaborazione automatica dei dati, l’estrazione di reportistica, la modellazione di indici a supporto dei processi di resilienza urbana, lo sviluppo di portali per la visualizzazione ed interrogazioni dei dati – secondo tre diverse prospettive (cittadino, operatore comunale e decisore pubblico).

Gli interventi saranno realizzati per la Città capoluogo, Bari, ma le medesime logiche elaborative, grazie alle caratteristiche di modularità, scalabilità e portabilità delle tecnologie e delle architetture software, che si basa sulla infrastruttura IoT realizzata con il Progetto “Città Connessa”, potranno essere scalate all’occorrenza anche su altri contesti comunali della Città Metropolitana.

A questo scopo si investirà anche nelle attività di assessment e modellazione dei domini applicativi , così da standardizzare interfacce e procedure, con l’obiettivo di fornire per ciascun dominio/asset della Smart City un set di meta-models ed API per facilitare l’integrazione tra sistemi e la scalabilità della soluzione globale.

Gli interventi si focalizzano dunque sull’obiettivo generale di:

1) sostenere o potenziare lo scenario di informatizzazione di vari ambiti e che, oltre a elaborare le informazioni contestuali, consentano l’interoperabilità tra ambiti diversi per razionalizzare le risorse e ottimizzarne l’impiego su più ampia scala;

2) fornire un insieme di servizi, basati sull’elaborazione dei Big Data, che consentono di gestire l’ingente mole di dati e le informazioni disponibili e in continuo mutamento al fine di supportare la pianificazione strategica urbana (definizione di modelli ed indicatori (KPI) per la Smart City “Bari”).

Le analisi si baseranno anche su dati anonimizzati e aggregati che provengono da veicoli, infrastrutture connesse, mappe, sistemi di navigazione e Open Data.

L’evoluzione della piattaforma M.U.S.I.C.A. partirà dalla definizione di nuovi casi d’uso richiesti dall’Amministrazione e resi disponibili, che saranno sviluppati in funzione di diversi parametri:

  • fonti di dati disponibili (interne/esterne/sensori IoT, proprietà e qualità dei dati, dati sensibili, ecc.)
  • ambiti di interesse (mobilità, inclusione sociale, turismo, ecc.)
  • aree urbane (quartieri/località/municipi)
  • finalità del dato: supporto al decisore pubblico, supporto all’operatività lavorativa
  • tipologia di analisi: storica, in near-real time, predittiva
  • obiettivi da realizzare e relativi indicatori/reportistica: analisi dei flussi pedonali (mobilità lenta), monitoraggio servizi Smart City, prevenzione dei rischi di ordine pubblico, miglioramento sei servizi per i c.d. “city user”, ecc.


MUSICA 2: OBIETTIVI

Nello specifico, gli obiettivi del progetto, sono:

  • Evolvere l’attuale piattaforma software MUSICA attraverso l’integrazione di nuove fonti dati e domini applicativi, la definizione di modelli ed indicatori per la resilienza della città con tecniche di intelligenza artificiale, lo sviluppo di interfacce per la consultazione dei dati: reportistica per il decisore pubblico e “open data” per i cittadini (evoluzione dell’Urban Control Center – UCC nella Smart (City) Control Room – S(C)CR
  • trasformare i dati grezzi in informazioni per avere un quadro dinamico degli eventi della città, monitorando e riducendo, ad esempio, eventuali rischi.
  • Le funzionalità messe a disposizione attraverso la SCR consentiranno al decisore pubblico di accedere ai dati in maniera intelligente, consentendo, ad esempio di:
    • Monitorare la numerosità degli eventi
    • Visualizzare heatmap di specifici eventi
    • Supportare l’organizzazione e le attività decisionali
    • Monitorare l’andamento near real-time dei fenomeni.
  • La Smart Control Room potrà essere predisposta per l’integrazione dei dati provenienti dal campo anche attraverso sistemi e soluzioni IoT già dispiegate dall’Amministrazione.
  • Migliorare o potenziare sensibilmente lo strato di elaborazione delle informazioni attraverso programmi applicativi che generino dati e flussi integrati;
  • Predisporre basi dati centralizzate e univoche, migliorando la qualità dei dati, per più servizi integrati assicurando le idonee misure di sicurezza
  • Evolvere la componente software del portale Open Data per una più ampia fruizione dei dataset da parte di stakeholders e cittadini, standardizzazione dei processi di caricamento di nuovi dataset (manuali ed automatici) e definizione dei profili di meta-datazione (INSPIRE e DICAT-AP_IT)
  • Pubblicazione automatica di nuovi dataset sul portale Open Data, anche geo-referenziati, da rendere disponibili a stakeholders e cittadini così da assicurarne la raggiungibilità anche da dati.gov.it e RNDT;
  • Integrare il patrimonio informativo in modo da costituire un riferimento multidimensionale per le diverse necessità di uso, potendo relazionare dati di diversa natura e generati da diverse fonti, a seguito di un completo e costante processo di quality data assessment;
  • Aumentare i presupposti elaborativi di back–office per incrementare la possibilità di produrre un numero maggiore di servizi ai cittadini, in particolare quelli interattivi erogabili on line su domini applicativi diversi, oggi praticamente inesistenti o di scarsa efficacia;
  • Implementare nuovi indicatori per un monitoraggio completo della Smart City a supporto del decision making pubblico (in linea con gli standard internazionali, CNR, BES, etc.)


COME MIGLIORA LA VITA DEI CITTADINI

Il progetto MUSICA 2 mediante la Smart Control Room offrirà uno strumento innovativo di rilevazione e di controllo urbano, da un lato, per comunicare direttamente con i propri cittadini e dall’altro per orientare le decisioni degli amministratori e facilitare gli operatori comunali nel monitorare gli impatti delle scelte e delle politiche adottate.

Si riportano di seguito gli ambiti/asset/banche dati principali in ambito Smart City da cui il progetto partirà per consolidare il patrimonio informativo esistente ed integrarlo in modo da costituire un riferimento multidimensionale per le diverse necessità di uso:

  • smart economy – banche dati a supporto della pianificazione territoriale ed economica (es. Tributi, SIT, attività produttive, ANPR, egov);
  • smart people e smart governance – banche dati a supporto delle attività di partecipazione,  coinvolgimento, dialogo ed interazione tra cittadini e amministrazioni (es. segnalazioni, BariPartecipa, egov) ;
  • smart mobility – banche dati a supporto non solo della “mobilità ordinaria” ma anche della logistica urbana e della mobilità lenta (es. infrastrutture, lavori pubblici, manutenzione urbana, piattaforma MUVT);
  • smart enrvironment – banche dati a supporto della programmazione e sostenibilità della città (es. patrimonio, energia, ambiente);
  • smart living – banche dati a supporto dello sviluppo sociale, culturale e urbano e del miglioramento della qualità di vita (es. egov, fascicolo sociale, cultura e turismo, inclusione sociale) 

 

Discussione
Senza commenti · 30/04/2020

Dai un contributo alla discussione

Footer org