Bari Partecipa

Indietro

Via Dante Alighieri di Bari

Descrizione

Il progetto di riqualificazione di via Dante fa parte del Patto con i Municipi, un programma che conta 70 interventi di “agopuntura urbana” riguardanti lo spazio pubblico, diffusi su tutta l’area comunale.

L’intervento è compreso nel Piano Periferie del quartiere Libertà, assieme al recupero dell’ex Manifattura Tabacchi, al progetto del parco Maria Maugeri (ex Gasometro), alla riqualificazione di piazza del Redentore, di piazza Disfida di Barletta, di corso Mazzini, di via Ettore Fieramosca e di piazza Enrico De Nicola.


IL PROGETTO IN SINTESI

Il progetto è finalizzato alla riqualificazione degli undici isolati di via Dante compresi tra via Quintino Sella e via Brigata Regina.

Il progetto modifica l’assetto della sezione stradale di via Dante  aumentando la dimensione dei marciapiedi con conseguente diminuzione della sezione stradale e della velocità dei veicoli che la attraversano.

Si definisce così un asse viario alberato che integra una nuova pavimentazione anche per non vedenti.

Le dimensioni dei marciapiedi si ampliano in particolar modo negli incroci stradali per rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali e inserire discese per disabili.

Ciascun allargamento in corrispondenza dell’incrocio è allestito con alberi e sedute per rendere questi slarghi dei piccoli spazi pubblici destinati anche alla sosta.

Il progetto di riqualificazione di via Dante è un ulteriore tassello all’interno della strategia di rigenerazione degli spazi nel quartiere Libertà finalizzata a costruire una comunità coesa e più forte.


DESCRIZIONE INTERVENTI VIA DANTE

  • La demolizione totale dei marciapiedi esistenti e la realizzazione di nuovi marciapiedi di larghezza maggiore di 1,50 m (così come previsto dal DM n. 6792 del 5 novembre 2001)
  • Inserimento di nuovi scivoli per persone affette da disabilità motorie
  • La demolizione degli strati di pavimentazione stradale esistente e la riconfigurazione della sezione stradale con schiena d’asino centrale e due tratti laterali della larghezza di 2 m (adibiti alla sosta dei veicoli) in contropendenza
  • Posa in opera, nel tratto di compluvio della sezione, di canalette di raccolta delle acque meteoriche e collegamento delle stesse alla fogna bianca esistente
  • Interventi di traffic calming che comprendono l’evidenziazione delle intersezioni, mediante la posa di pavimentazione in masselli autobloccanti e l’allargamento dei marciapiedi al fine di ridurre la carreggiata stradaleRealizzazione di un percorso Loges per non vedenti e ipovedenti
  • Piantumazione di 30 esemplari di ligustro variegato


COME MIGLIORA LA VITA DEI CITTADINI

Tali interventi permetteranno una migliore fruibilità della strada da parte del traffico pedonale e ciclabile, attualmente penalizzato dalla elevata velocità di percorrenza dei veicoli motorizzati.

Inoltre eliminando le barriere architettoniche presenti, attraverso la realizzazione di nuovi scivoli, e la creazione del percorso Loges per non vedenti e ipovedenti, si renderà Via Dante più facilmente fruibile per le fasce deboli.

La riduzione delle velocità di percorrenza e la disincentivazione all’utilizzo di mezzi di trasporto privati su tale tratto di strada avranno come naturale conseguenza la riduzione dell’inquinamento acustico e atmosferico della zona, a beneficio dei residenti.


Questo progetto di Bari Innovazione Sociale (BIS) si inserisce nella più ampia categoria Rigenerazione Urbana

Discussione
1 commento · 30/04/2020

Dai un contributo alla discussione

Footer org